Le “Chiocchiole Vagabonde” ad Anagni

Le “Chiocciole” arrivano ad Anagni

 

21 marzo 2014

La primavera ciociara mi accoglie con i colori del sole. Anagni è una cittadina posta sul cucuzzolo di una collina, sulla quale si erge il bellissimo Duomo, testimonianza della sua storia illustre. Ogni luogo che incontro, mentre mi avvio verso la Biblioteca “A. Labriola”, mi racconta la sua storia, anzi me la ricorda. Non mi è per nulla sconosciuta, questa antica terra, voluta dagli dei – almeno così a me piace pensare, quando la vedo ergersi verso il cielo, adorna della luce, che di giorno raddoppia la sua potenza grazie al chiarore della pietra con la quale sono stati costruiti nel tempo i suoi edifici.

Entro nella sala delle conferenze accolta dal suo direttore, dottor Compagni, da Rita Ambrosino, abile organizzatrice dell’evento e due giovanissimi studenti del liceo locale, lei Rebecca, con un dolce e simpatico sorriso sulle labbra e lui, Antonio, colmo di entusiasmo per la sua musica.

La sala si riempie e giunge la prof.ssaa Anna Natalia, direttrice dell’associazione “Anagni Viva”, che mi ha invitata a presentare il mio libro. Durante la dotta presentazione di Anna, alle nostre spalle scorre un magnifico fotomontaggio delle foto della mia famiglia, arricchito dalle immagini dei luoghi asiatici, africani e della mia amata Napoli,abitati nel tempo dalle “chiocciole” del mio casato. Un elegante lavoro costruito dall’abile buon gusto della brava Rita, i cui occhi vivi e vigili seguono Rebecca , che dà vita e voce ai miei personaggi, e Antonio, che suona appassionatamente e con tecnica perfetta musiche, rapite ai grandi del passato, sperimentandosi anche in brevi personalizzazioni dei brani.

Grazie a tutti loro il tempo è volato e ci siamo ritrovati, pubblico e presentatori stretti in un affettuoso abbraccio, sincero e spontaneo.

Spread the word. Share this post!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.