Chiocciole Vagabonde

La Scheda del Libro 

Europa Edizioni

 

Dalla bellissima Ernestine Secret, originaria della Borgogna, e da Raffaele Conti, ingegnere meccanico, nato da una famiglia borghese di Carunchio nelle Marche, nasce la “stirpe” dei Conti, che dall’ultimo trentennio dell’Ottocento si moltiplica nello spazio e nel tempo. In un immaginario colloquio tra l’”io Narrante” e un “tu” misterioso esplode la memoria di più di cento anni di vite di uomini e donne. Lo sfondo storico è quello dell’imperialismo degli stati europei, del colonialismo, economico e armato, che travolse l’Asia e l’Africa, della nascita e lo sviluppo delle ferrovie.

Da ricchi coloni i Conti diventano profughi, che nel 1939 fuggono da Alessandria d’Egitto, paventando il pericolo di cadere prigionieri degli inglesi se, come accadrà, l’Italia fosse scesa in guerra a fianco della Germania di Hitler. Il caso e i bombardamenti li costringono a fermarsi, dopo un lungo viaggio, a Napoli, dove dimoreranno fino alla fine del secondo conflitto mondiale e oltre.

Un libro siffatto, ricco di memorie, non può essere riassunto. Si può parlare, però, per darne un quadro d’insieme, delle figure femminili della famiglia e della loro storia, protagoniste di lotte sociali, timidamente portate avanti nel loro vissuto familiare, o al suo esterno, per il miglioramento della società, nata dalle ceneri delle due guerre mondiali. Amore, odio, passioni durature fino alla morte, egoismi, avidità e, perché no, eroismo sono le direttrici della vita dei componenti di questa numerosa famiglia ceppo materno dell’autrice del libro.